Il Premio Caruso va al Maestro Claudio Mattone

È Claudio Mattone il vincitore principale del Premio Caruso 2004: il compositore, reduce dallo straordinario successo di «C’era una volta... Scugnizzi» aggiunge il suo nome all’albo d’oro della giovane manifestazione sorrentina, iscrivendolo dopo quelli di Andrea Bocelli e Lucio Dalla. L’autore napoletano ritirerà il riconoscimento la sera del 25, protagonista ed ospite d’onore di un galà condotto da Vincenzo Mollica, coadiuvato da Cecilia Romo. Anche quest’anno lo show sarà seguito dalle telecamere di Raiuno, che trasmetterà uno speciale sulla manifestazione l’8 settembre, in seconda serata. Autori della trasmissione saranno Tommaso Lazzari e Paolo Logli con la collaborazione di Chiara Raspolini, la regia sarà ancora una volta di Cesare Pierleoni, grande esperto di riprese musicali.
Mattone non è l’unico premiato dell’edizione 2004: un riconoscimento alla carriera sarà consegnato a Peppino Di Capri. Il sindaco Marco Sorrentino e l’assessore regionale Teresa Armato sono particolarmente orgogliosi dell’opportunità di poter premiare «due grandi artisti campani nel nome del grandissimo Enrico Caruso».
Lo spettacolo, però, non giocherà tutte le sue carte in casa: attesi a Marina Grande sono Kid Creole con le sue nuove Coconuts (a lui il riconoscimento internazionale consegnato negli scorsi due anni a Dionne Warwick e a Gilberto Gil), Amina Annabi (cantante ed attrice algerina di cui si ricorda una sensuale scena a seno nudo nel «Tè nel deserto» di Bertolucci, ma anche una «Guaglione» duettata con Aurelio Fierro al Premio Carosone 2002), Enzo Avitabile con i Bottari di Portico, Sal Da Vinci, Massimiliano Gallo e Angelica Sepe, alternando i talenti di casa Campania con quelli che arrivano dal resto del mondo.
Claudio Mattone e Kid Creole porteranno in scena anche una sorta di incontro-scontro tra diverse concezioni di musical: agli «Scugnizzi» partenopei Kid opporrà il richiamo tutto downtown Soho del suo «That’s soul», per il terzo anno consecutivo in scena a Las Vegas col tutto esaurito.